Criteri di priorità per l’accesso alle prestazioni specialistiche

L’accesso alle prestazioni di specialistica ambulatoriale da parte del cittadino avviene, di norma, sulla base di criteri di priorità clinica indicati dal medico prescrittore sulla ricetta.

La prenotazione di una prestazione ambulatoriale prevede l’uso di classi di priorità. Nell’ambito del Servizio Sanitario Regionale le classi di priorità per le prestazioni di primo accesso sono così definite:

U (urgente), da eseguire entro 72 ore;

B (urgente differibile), da eseguire entro 10 giorni;

D (programmabile), da eseguire entro 30 giorni per le visite ed entro 60 giorni per gli accertamenti diagnostici;

P (programmata), da eseguire in generale entro 120 giorni e comunque entro il periodo indicato dal medico prescrittore sulla ricetta.

Documenti necessari

Al momento della prenotazione è necessario che il paziente sia in possesso:

  • della tessera sanitaria;
  • di una prescrizione (ricetta) fatta dal Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta o dal Medico Specialista.

Azioni sul documento

ultima modifica 2019-09-17T11:27:21+02:00