Percorso Pediatrico

Ogni paziente, fino al compimento del 17esimo anno di età (e in casi selezionati anche oltre) intraprende il proprio percorso diagnostico/terapeutico secondo le seguenti modalità di accesso:

  • il Pronto Soccorso Pediatrico;
  • il ricovero programmato;
  • gli ambulatori specialistici.

Il Pronto Soccorso Pediatrico è aperto al pubblico per l’intero arco delle 24 ore e 7 giorni su 7. Il primo accesso avviene comunque, anche per i bambini, SEMPRE AL PRONTO SOCCORSO GENERALE.  A quest’ambulatorio possono accedere tutti i pazienti:

  • trasportati dal servizio del 118;
  • condotti dai propri familiari (si veda il paragrafo “L’accesso alle prestazioni sanitarie dei minori”);
  • inviati su proposta del pediatria curante.

Dopo la visita in Pronto Soccorso i pazienti possono:

  • tornare a casa, con adeguata documentazione e riaffidati al pediatra curante;
  • essere trattenuti in “Osservazione Breve Intensiva” (OBI). I pazienti in OBI, terminato il periodo di osservazione, potranno essere rinviati alle cure del pediatra oppure - se il problema per cui si erano presentati non fosse ritenuto risolto - avviati al ricovero;
  • essere ricoverati in Clinica Pediatrica.

Il ricovero. Durante il ricovero i pazienti, poiché minori, sono affidati alla tutela di un genitore. Una volta risolto il problema di salute, il paziente potrà:

  • essere dimesso e riaffidato al pediatra curante;
  • essere dimesso, con una prenotazione per prestazione di controllo presso un ambulatorio pediatrico specialistico.

Agli ambulatori pediatrici specialistici si accede:

  • su proposta del pediatra curante;
  • dopo il ricovero, con specifica indicazione da parte dei medici che hanno avuto in carico il paziente durante la sua ospedalizzazione.

La Clinica Pediatrica ha attivato numerosi ambulatori specialistici che si prendono carico di specifiche patologie.

Day Hospital e Day Service. Il pediatra può predisporre la presa in carico più articolata del paziente, attraverso il “Day Service” (che comporta l’esecuzione di esami specialistici programmati) e il Day Hospital, per pazienti che richiedono specifiche procedure terapeutiche, effettuate in giornata e rimandati nel pomeriggio al proprio domicilio.

La scuola universitaria di Pediatria. La struttura assistenziale pediatrica di Ferrara, in ragione del suo ruolo universitario finalizzato alla formazione e alla ricerca, è sede della Scuola di Pediatria dell’Università di Ferrara che accoglie pediatri in formazione da tutta Italia per un periodo formativo di 5 anni e che svolgono la loro attività con differenti gradi di autonomia, in funzione della progressione delle loro conoscenze, integrando l’attività dei pediatri ospedalieri e universitari convenzionati.

L’accesso alle prestazioni sanitarie dei minori. Tutti i minori, generalmente, devono arrivare in ospedale accompagnati dai propri genitori o da persone che ne hanno la responsabilità genitoriale. Se non dovesse essere possibile, l’Azienda ha adottato un’Istruzione Operativa per l’accesso alle prestazioni sanitarie dei minori che giungono in ospedale. In particolare l’Istruzione Operativa dà indicazioni su quali prestazioni possono essere erogate ai bambini accompagnati da persone che non ne hanno la responsabilità genitoriale.

Azioni sul documento

ultima modifica 2019-09-24T12:41:29+02:00