Diritto all’assistenza sanitaria, iscrizione al SSN

Avere diritto all’assistenza sanitaria significa usufruire dei servizi e delle prestazioni che il Servizio Sanitario Nazionale è tenuto a fornire (altrimenti detti Livelli Essenziali di Assistenza), attraverso una complessa rete di servizi territoriali e ospedalieri: medicina preventiva, assistenza medica e pediatrica, farmaceutica, specialistica ambulatoriale, ospedaliera, domiciliare e dei consultori pubblici.

Chi ha diritto di iscrizione al SSN? Sono iscritti al Servizio Sanitario Nazionale le seguenti categorie di persone:

  • cittadini italiani: residenti in Italia, nuovi nati residenti, familiari a carico di un lavoratore occupato in Italia;
  • pensionati italiani residenti all’estero (muniti di apposita modulistica);
  • minori stranieri adottati o in affido pre-adottivo;
  • cittadini appartenenti alla Comunità Europea: temporaneamente in Italia con contratto di lavoro a tempo determinato;
  • cittadini stranieri non appartenenti a Paesi convenzionati, con permesso di soggiorno regolare e per la durata del permesso di soggiorno, che siano:
    - lavoratori autonomi o subordinati;
    - iscritti ai Centri per l’impiego;
    - in stato di ricongiungimento familiare (fino al sessantacinquesimo anno di età);
    - richiedenti asilo politico o umanitario;
    - in asilo politico o umanitario;
    - in attesa di cittadinanza.

Come ci si iscrive al Servizio Sanitario Nazionale? L’iscrizione è obbligatoria per i cittadini italiani e stranieri residenti in Italia e in regola con il permesso di soggiorno (rilasciato alle categorie sopra indicate). Per iscriversi occorre recarsi negli uffici dell’Azienda Sanitaria della zona di residenza, o di effettiva dimora indicata sul permesso di soggiorno.

Al momento dell’iscrizione al Servizio sanitario ad ogni assistito è assegnato il medico di medicina generale (medico di famiglia) o il pediatra di libera scelta, che rappresentano il primo riferimento per la salute dei cittadini.

L’iscrizione al SSN è documentata dalla Tessera Sanitaria.

Stranieri. Poiché il diritto alla tutela della salute è riconosciuto dalla legge italiana come un diritto fondamentale dell’individuo (art. 32 della Costituzione), le prestazioni sanitarie aventi carattere di urgenza sono comunque garantite a tutte le persone presenti sul territorio nazionale, in regola o meno con le norme relative all’ingresso o al soggiorno.

Gli stranieri in regola con il permesso di soggiorno, non rientranti fra le categorie che hanno diritto all’iscrizione obbligatoria, sono tenuti alla stipula di un’assicurazione contro il rischio di infortunio, malattia e maternità, mediante la sottoscrizione di polizza assicurativa con un Istituto italiano o straniero, valida sul territorio nazionale, o possono chiedere, previa corresponsione del contributo previsto, l’iscrizione volontaria al SSN.

Agli stranieri non comunitari non regolarmente presenti sul territorio italiano sono assicurate, nelle strutture pubbliche e private accreditate del SSN, a seguito di rilascio di codice STP (Straniero Temporaneamente Presente), le seguenti prestazioni sanitarie:

  • cure ambulatoriali ed ospedaliere, urgenti o comunque essenziali, per malattia e infortunio;
  • tutela della gravidanza e della maternità;
  • tutela della salute dei minori;
  • vaccinazioni secondo la normativa e nell’ambito di interventi di prevenzione collettiva autorizzati dalle Regioni;
  • profilassi, diagnosi e cura delle malattie infettive.

Agli stranieri comunitari (Rumeni e Bulgari) presenti sul territorio italiano e non residenti, privi di copertura sanitaria da parte del paese di provenienza, non aventi diritto all’iscrizione al SSN e INDIGENTI sono assicurate, nelle strutture pubbliche e private accreditate del SSN, a seguito di rilascio di codice ENI (Europeo Non Iscritto), le seguenti prestazioni sanitarie:

  • cure ambulatoriali ed ospedaliere, urgenti o comunque essenziali, per malattia e infortunio;
  • tutela della gravidanza e della maternità;
  • tutela della salute dei minori;
  • vaccinazioni secondo la normativa e nell’ambito di interventi di prevenzione collettiva autorizzati dalle Regioni;
  • profilassi, diagnosi e cura delle malattie infettive.

Maggiori informazioni sono reperibili presso gli uffici competenti dell’Azienda USL di Ferrara.

Azioni sul documento

ultima modifica 2019-09-17T11:11:37+02:00